Undici anni fa veniva scoperto lo Junkers 88 nel lago di Bolsena

Montefiascone – Il relitto rinvenuto dai sommozzatori dei vigili del fuoco

Undici anni fa veniva scoperto lo Junkers 88 nel lago di Bolsena

Aereo trovato nel lago di Bolsena – Junkers 88 -Carrello ala destra

Montefiascone – Il 18 maggio 2007 i sommozzatori dei vigili del fuoco di Roma e Milano scoprirono, ad oltre 115 metri di profondità, il relitto di un aereo nelle acque del lago di Bolsena.

Si trattava di uno Junkers 88, velivolo bimotore tedesco della seconda guerra mondiale.

I pompieri rilevarono la presenza di questo aereo tramite apparecchiature side scan sonar durante le ricerche di un turista tedesco disperso con due dei suoi figli. Venne poi filmato da un rov (remotely operated vehicle), un piccolo robot teleguidato.

Nel 2007 vennero realizzati due filmati: uno dei vigili del fuoco di Viterbo e l’altro dai pompieri di Roma. Dalle prime immagini si ebbero le prime certezze: le croci balcaniche a strisce bianche e nere nelle ali e nella parte della fusoliera attribuirono l’aereo alla forza aerea tedesca (Luftwaffe) del secondo conflitto mondiale.

Undici anni fa veniva scoperto lo Junkers 88 nel lago di Bolsena

Aereo trovato nel lago di Bolsena – Junkers 88 – Ala destra, insegna tedesca

Inoltre ulteriori particolari, come il profilo delle ali, il carrello, ed altri dettagli hanno permesso di identificare, in maniera certa, che si trattava di uno Junkers 88.

Successivamente il relitto fu teatro di impegnative e complesse immersioni subacquee, l’ultima in ordine temporale nel 2014. Infine venne ripreso nuovamente, nel giugno 2017, da un rov dei nuclei subacquei dell’arma dei carabinieri di Genova e Roma, su incarico del comune di Montefiascone. Dalle analisi dei filmati è stata rinvenuta, nell’ala sinistra, una lettera ‘O’.

La particolarità di questa lettera è che si trova nella parte interna della croce tedesca verso la carlinga, e di una grandezza molto ridotta rispetto ai classici codici identificativi che venivano impressi dalla

Undici anni fa veniva scoperto lo Junkers 88 nel lago di Bolsena

Aereo trovato nel lago di Bolsena – Junkers 88 – Ala sinistra, insegna tedesca

Luftwaffe.

La lettera sarebbe parte del codice di fabbricazione che veniva impresso al velivolo subito dopo il suo allestimento. Sul versante delle ricerche storiche, effettuate negli archivi tedeschi, in particolare presso il Wast di Berlino, sono state rintracciate informazioni certe di uno Junkers 88 modello T1, precipitato nelle acque del lago il 14 aprile 1944, che potrebbe essere il relitto in questione. L’aereo, con codice identificativo “4U+DH”, appartenente al reparto 1.(F)/123 con matricola (werk nummer ) 430912 decollò dall’aeroporto di Perugia per una missione di ricognizione sul mare di Anzio, tra Capo Linaro ed Ischia  ma, non fece mai ritorno alla base.

Sarebbe stato abbattuto, sempre da quanto riportato dalle fonti

Undici anni fa veniva scoperto lo Junkers 88 nel lago di Bolsena

Aereo trovato nel lago di Bolsena – Junkers 88 – Troncatura del relitto nella fusoliera verso la coda

d’archivio, nel lago di Bolsena, durante il ritorno colpito da caccia nemici.

L’equipaggio, disperso in azione, era composto dal pilota Ofw. Konrad Schneider, dall’osservatore Lt. Daniel Eppler, dall’operatore radio Uffz.  Kurt Hartmann e dal mitragliere Uffz. Franz Thiel. A conferma di questa possibile ipotesi vi è proprio la lettera rinvenuta nell’ala sinistra. Infatti il codice di fabbricazione dello Ju-88 T1 in questione era “TX+OZ”.

Per ora, è bene precisarlo, si tratta di una ipotesi, in attesa di conferma. Per questo sono in fase di organizzazione nuove missioni sul relitto, per poter avere ulteriori filmati ed immagini per avere maggiori certezze ed arrivare ad una identificazione incontrovertibile.

A distanza di 11 anni dalla sua scoperta la storia di questo Junkers 88 è ancora in parte da svelare.

Michele Mari

Fonte Tusciaweb.eu

Articoli correlati

Share This