A ottobre una nuova riunione – Piani di zona, si riuniscono i sindaci del distretto

 

– In linea con gli impegni assunti nell’assemblea distrettuale del 12 luglio 2010, a seguito della convocazione inviata il 05/08/2010, il 14 settembre si è riunita l’assemblea dei sindaci del distretto socio sanitario VT/1 per la discussione del seguente O.d.g.

Stato di attuazione dei progetti operativi del piano di zona e utilizzazione dei residui e delle economie

Programmazione piano di Zona esercizio finanziario 2010
Varie ed eventuali

Ha presieduto la riunione il Commissario Straordinario del Comune di Montefiascone, Capofila: Francesco Tarricone 

Hanno partecipato gli Amministratori dei Comuni di: Acquapendente, Bagnoregio, Bolsena, Capodimonte, Civitella d’Agliano, Farnese, Gradoli, Ischia di Castro, Latera, Valentano .

Sono stati inoltre presenti:
Per la Asl: il Direttore Giuseppe Piermattei e l’Assistente Sociale coordinatrice del Distretto Vt/1 Antonella Marsiglioni. 
Per la Cooperative sociali o Consorzi: Il Mosaico, Il Cerchio, Confcooperative, Legacoop.

Per i Sindacati di categoria : Ugl, Uil, Cisl, Cgil.
Per le Associazioni di volontariato: Associazione di Solidarietà Falisca.

Nella riunione del 12 luglio scorso erano emerse criticità nella gestione del servizio di Assistenza domiciliare Integrata, connesse in modo particolare alla modifica dell’assetto organizzativo dello stesso, alla applicazione delle tariffe di accesso al servizio, alla attuazione della misure introdotte per il riequilibrio economico del servizio che alla data del 30 giugno 2010 presentava una situazione di scostamento fra i costi della gestione e le coperture correlate.

In quella assemblea il Commissario straordinario del comune di Montefiascone, ente Capofila del distretto socio sanitario VT/1 , aveva preso l’impegno a monitorare l’andamento della gestione del medesimo servizio a seguito delle modifiche introdotte e a riconvocare entro la metà del mese di settembre lo stesso consesso per la valutazione degli effetti e l’eventuale introduzione di correttivi anche per la formulazione di una ipotesi progettuale più aderente ai bisogni degli assistiti da inserire nel futuro piano di zona da approvare entro il prossimo 15 ottobre .

Dal monitoraggio della gestione è emersa la tendenza al ripristino dell’equilibrio fra costi ed entrate; ciò consentirà, nel prossimo futuro, l’inserimento di nuovi utenti nel servizio, attualmente inclusi nelle liste di attesa, fornendo così una concreta risposta alle esigenze degli utenti.

E’ stato comunque preso atto che le modifiche introdotte risultano ancora insufficienti per l’integrale soddisfacimento della domanda dell’utenza; per tale motivo Il Commissario Straordinario Tarricone ha ribadito l’esigenza che ogni Sindaco del distretto si faccia carico di un intervento politico presso il competente assessorato Regionale, volto a sensibilizzare lo stesso sull’importanza che tale servizio riveste per la popolazione del territorio distrettuale evidenziando peraltro l’inadeguatezza di quello offerto con le risorse attualmente destinate dalla Regione allo scopo.

Tale situazione obbliga l’utenza ad una compartecipazione alla spesa troppo onerosa per un servizio di natura sociale di importanza così vitale; per questo motivo, Tarricone ha ribadito la necessità che la Regione Lazio destini alla scopo maggiori risorse .

Per ciò che riguarda l’utilizzazione delle economie realizzate nella gestione dei pregressi piani di zona, è stato preso atto dall’Assemblea che gli stessi potranno essere utilizzati per l’integrazione dei progetti in itinere o per il finanziamento di nuovi progetti, ma soltanto dopo la loro puntuale definizione e autorizzazione al diverso utilizzo che la Regione Lazio potrà dare nel tavolo tecnico programmato per il prossimo martedì 21 settembre 2010

L’Assemblea ha inoltre disposto una nuova convocazione per i primi giorni del mese di ottobre per la formulazione del piano di zona 2010 che avrà effetto nel 2011.

Prima della data di convocazione i comuni dovranno inviare al comune capofila proposte progettuali concrete da inserire nel redigendo piano che saranno discusse nella predetta seduta .

 

Articoli correlati

Share This