Bolsena – Entro un mese Il lago più basso di 15 centimetri

 

 


– Nel giro di un mese il livello del lago di Bolsena dovrebbe scendere di quindici centimetri e consentire ai comuni che si affacciano sullo specchio lacustre di tirare un sospiro di sollievo per essere usciti dall’emergenza. Anche se resta la conta dei danni.

Esito positivo del vertice convocato ieri mattina dal prefetto. Allo stesso tavolo, i sindaci, l’Ardis, il Genio e la Protezione civile. “Abbiamo esposto i problemi derivanti dall’innalzamento delle acque – racconta il primo cittadino di Bolsena Paolo Dottarelli – i nostri interlocutori si sono resi conto dell’emergenza in cui ci troviamo”.

Causa le abbondanti piogge, il livello delle acque si è innalzato tanto da ridurre ai minimi termini lunghi tratti di spiaggia, causando danni a banchige e installazioni a ridosso del lago, oltre a mettere a rischio la stagione turistica.

Tutto perché i bocchettoni a Marta non si possono aprire più di tanto, per non danneggiare un edificio del 1200, sottoposto a vincolo, che si trova nelle vicinanze.

Ieri, però, una soluzione sembra essere stata trovata. “L’ingegnere dell’Ardis – ricorda Dottarelli – è riuscito tramite la Regione a ottenere un intervento d’urgenza per mettere in sicurezza il fabbricato, attraverso piccole fessure che faranno defluire l’acqua attorno all’edificio.

In questo modo, sarà possibile far defluire l’acqua con una capacità di sei metri cubi al secondo”.

Entro quindici giorni i lavori dovrebbero concludersi, consentendo nel giro d’un mese, il tanto auspicato abbassamento delle acque.

“E’ stato un incontro risolutivo quello organizzato dal prefetto – continua Dottarelli – inoltre un tecnico dell’Ardis farà un sopralluogo per verificare i danni causati dal persistere del livello troppo alto delle acque”. Che adesso si spera calino e in fretta.

 

Fonte TusciaWeb

Share This