Successo a Capodimonte per il gran ballo di Eta Beta

 

Successo a Capodimonte per il gran ballo di Eta Beta

 

VITERBO – Balli, musica, maschere: con questi ingredienti si è svolto sabato scorso a La Cascina di Capodimonte l’undicesimo Gran Ballo di Eta Beta, organizzato per sostenere l’associazione onlus. L’appuntamento, ospitato per la prima volta nella cittadina lacuale, ha visto un’ampia partecipazione di pubblico, proveniente anche dai centri vicini. Il rapporto tra Capodimonte ed Eta Beta, del resto, sta diventando sempre più inteso, come dimostra il primo trofeo di vela “Giorgio Mauro Schirripa” che si è tenuto lo scorso giugno (e che si ripeterà quest’anno): ciò grazie all’impegno del sindaco Mario Fanelli, del consigliere comunale Stefano Manetti e del parroco don Dante.


Tra i volontari di Eta Beta particolare impegno è stato messo da Pietro Di Bella, colonna storica dell’associazione, mentre tutti i progetti sono realizzati con l’Unità operativa complessa di neuropsichiatria infantile della Ausl di Viterbo guidata dal professor Marco Marcelli. L’intero ricavato della serata è stato devoluto all’associazione Eta Beta onlus per la realizzazione dei progetti di carattere educativo-riabilitativo per i ragazzi diversamente abili.

Articoli correlati

Share This