Viterbo – Lago di Bolsena, Oggi riunione in Prefettura Acqua alta, il genio civile effettuerà i lavori

 

– Stamani presso la Prefettura si è svolto un incontro presieduto dal Prefetto Carmelo Aronica, a cui hanno partecipato il Presidente della Provincia, i Sindaci dei Comuni del Lago di Bolsena (Bolsena, Marta, Valentano, Gradoli, San Lorenzo Nuovo, Capodimonte e Grotte di Castro), il Commissario Straordinario di Montefiascone, il Responsabile del Genio Civile di Viterbo ed il Direttore dell’Ardisdi Roma.

Tema della riunione è stato l’innalzamento del livello del Lago che, anche a causa delle persistenti piogge dei giorni scorsi, ha creato problemi e preoccupazioni nei sindaci dei Comuni interessati per le conseguenti ricadute negative sulle attività economiche e, più in generale, sui servizi presenti nella zona.

Sono state preliminarmente esaminate le problematiche connesse al rilevato fenomeno: sensibile riduzione degli arenili, coinvolgimento delle strade e degli stabilimenti balneari, allagamenti vari.

A tale riguardo si è convenuto sull’esigenza di dotarsi di un piano di bacino dell’intero comprensorio lacustre ed, in particolare, di un disciplinare che regolamenti il flusso e deflusso delle acque in relazione all’alternarsi delle stagioni e dei conseguenti apporti meteorici con il compito di regolare, in modo automatico, le paratoie che insistono sull’incile del Fiume emissario Marta.

A tale proposito si è preso atto, con la soddisfazione di tutti i presenti, che l’Ardis, subentrata dal 13 marzo scorso nelle competenze del Genio Civile, effettuerà, nell’immediato, con i lavori di somma urgenza, un intervento tecnico all’altezza del fabbricato della Cannara e in località Martorelle per ripristinare i canali di deviazione dell’acqua.

Ciò consentirà un deflusso maggiore di quello oggi possibile con conseguente diminuzione del livello del Lago. In tale direzione l’Ardis ha già installato, da circa un mese, un lettore in automatico dei livelli di quota del Lago. Nel medio termine l’Ardis, che ha già informato i Comuni del bacino lacustre e tutti quelli in cui insistono insediamenti di vario tipo, ha predisposto uno schema di ordinanza di perimetrazione e di definizione dei livelli idrometrici del Lago di Bolsena, inviato agli Enti interessati per eventuali osservazioni. 

Si è convenuto di costituire un tavolo tecnico presso il Comune di Bolsena cui parteciperanno i rappresentanti degli enti e degli organismi presenti alla riunione, con il compito di fronteggiare eventuali criticità.

 

Fonte TusciaWeb

Articoli correlati

Share This